Da non credere: Beppe Grillo lavora all’Uncinetto!!

image

Era l’alba del 1980. E la rivista Tutto Uncinetto se ne usciva con uno scoop in copertina: Beppe Grillo lavora all’uncinetto!

E in effetti si vede un Beppe Grillo, giovanissimo, con in testa un basco rosso e al collo uno sciarpone a righe, intento a fare l’uncinetto.

Sarà vero o sarà stata solo finzione ad uso e consumo del magazine? Non lo sapremo mai..

All’interno comunque si trova una intervista, fatta da Sabina Ciuffini, che inaugura addirittura una rubrica dedicata alle star che lavorano all’uncinetto!

Si scopre un Grillo agli albori, appena 31enne, ma già famoso. Avvocato, ancora non sposato, che abitava con un amico e la di lui moglie in un appartamento ordinatissimo.

Non solo, per Grillo l’uncinetto è liberazione, ed emancipazione per gli uomini. Grande!

Chissà se già a quel tempo aveva sentore di come si sarebbe evoluta la sua vita e la sua professione!

Lascio la parola all’intervista. Qui sotto trovi la trascrizione completa.

 

 

image

image

 

UNA NUOVA RUBRICA

I “MAGHI” E LE “MAGHE” DELL’UNCINETTO INCONTRATI DA SABINA

Care Amiche

Vi abbiamo preparato una piacevole sorpresa: Sabina intervista per le lettrici di Tutto Uncinetto tanti personaggi del mondo della TV, del cinema, dello spettacolo, della cultura, ecc.

Una nota divertente tra un lavoro e l’altro, tante piccole curiosità da conoscere, e certo un po’ di meraviglia! Come per il personaggio di questa prima intervista.

Si, proprio Beppe Grillo, chi lo avrebbe mai pensato? E … tanti altri ancora che riveleremo un po’ alla volta.

Tanti personaggi simpatici, tante piccole indiscrezioni sulle loro abitudini, sulla loro vita. E in comune con voi..la passione per il lavoro all’uncinetto!

Mi hanno invitato a “Fantastico” e proprio là incontro tra le quinte un’indossatrice in pelliccia, un tecnico delle luci che si sbraccia, e poi lui, si, proprio lui, il Grillo. Sciarpa lunghissima avvolta al collo, capo coperto pudicamente da un berretto. Beppe, quando lo vedi..subito ti fa una buona impressione. Porta le giacche eleganti come ponchos, i cappelli come pellicce di pregio, se è nervoso si perde in pensieri misteriosi, e fa sorridere quasi sempre.

Insomma avvocato – comincio così a parlargli – mi spieghi come hai imparato a fare l’uncinetto?

“E’ una lunga storia. Dipende tutto dalla mia infanzia. Posso invitarti a casa mia? Sai, ho una bella collezione di farfalle da mostrarti”

Cosi lo vado a trovare a casa e mi trovo davanti a..una bomboniera, una casa curatissima, arredata apposta per i suoi abitanti da uno specializzatissimo architetto. Beppe vive con il suo amico d’infanzia e la di lui moglie. I due “ragazzi” sono inseparabili. Grillo, che è nato a Genova 31 anni fa era, anzi è ancora, un vero avvocato.

“E’ stato il mio amato papà che mi voleva uomo di legge. Facevo ridere tutti, anche in tribunale. Nessuno mi prendeva sul serio ma io ero serissimo. E poi mio padre non rideva mai alle mie battute”

Come hai cambiato poi mestiere?

“ho scoperto che mio padre non rideva quando le battute le facevo io, poi andava al bar con gli amici e le ripeteva pari pari. Allora ho capito che ce l’avrei fatta. Sapessi come mi dispiace che lui se ne sia andato senza vedermi una volta in TV!”

E la tua mamma?

“ah .. lei si adesso è felice perché non mi metto sempre jeans e straccetti vari, ora vesto serio”

Beppe si rigira ancora una volta lo sciarpone sul collo, s’incalca il berretto sulle orecchie

Beppe, hai freddo?

“che non lo sai che c’è la crisi energetica? Lo sanno tutti meno quelli che hanno caldo. Insomma chi ha caldo? Passeranno tutti dalla mia parte fra un po’. E’ giunta l’ora della riscossa per noi uomini. Viva l’emancipazione dei maschi. Cominciamo con il farci la calzetta da soli. Vedi questa sciarpa? E’ opera mia! E’ una bandiera di liberazione. Questo berretto? E’ un cartello di protesta! L’uncinetto libera. Si accettano anche sfide di bravura. Ai punti batto tutti!”

Ciao Grillo, alla prossima volta.

Sabina Ciuffini

Beppe Grillo lavora all’uncinetto!
Condividi!
Tags:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Iscriviti alla newsletter!